Clicca sull'immagine per accedere alla scheda tecnica
La Famiglia Merola, per la produzione dei suoi olii, adotta da anni il sistema
tradizionale ad essa affidato da più Generazioni, e tramandato dalle antichissime
tecniche di raccolta e spremitura pugliesi fra le migliori del mondo.
Già loro Antenati,infatti, dai 1856 dediti alla coltura degli uliveti, ereditarono
le preziosissime ed esclusive tecniche di lavorazione dagli Agronomi insediatisi
in Puglia fin dalla nascita del XIX secolo, in piena era del Regno delle Due
Sicilie.Ed è agli albori di quell’epoca che sono ascrivibili le prime attività di
produzione dell’OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA; allorquando Re Carlo
III, nella metà del 1700, diede avvio ad una attenta politica di promoZione e
sviluppo dell’agricoltura, ed in particolare dell’uilivocoltura che rappresentava
un settore fra i più importanti dell’economia nazionale.
L’incisiva azione di quel Governo continuò incessante, fino a tradursi, poi, in
provvedimenti legislativi che diedero un determinante e concreto impulso alla
produzione ed al commercio dell’olio di oliva:Ferdinando IV di Borbone, con
proclama del 27 maggio 1787, esentò,per ben 40 anni, da ogni dazio, tutti coloro
che avessero piantato uliveti in terreni idonei e non destinati ad altre colture importanti.
Durante la successiva epoca Ferdinandea, in
Puglia, in un frantoio di Bitonto, fu impiantata
la prima Pressa Idraulica d’Europa, ad opera di un Agronomo imprenditore d’oltralpe che vi si era trasferito nel 1828: tale Pietro Ravanas.
Con l’avvento della Pressa si poté registrare
l’aumento di capacità di produzione dell’olio,
e sopratutto si avverti un sensibile miglioramento della qualità.
Ben presto la “innovazione” si diffuse in Italia (e nel mondo), e tal
quale fu fatta propria, prima, nel 1856, dagli Avi, e poi, nel 1958, dal Capostipite
della Famiglia Merola, che ne seppe ancor di più valorizzare la preziosa peculiarità
di produrre olio Extra vergine di oliva.
Ed ancora oggi tale tecnica di produzione, che deriva sempre ed unicamente dagli
intrarnontabili usi locali e familiari, ha Il pregio di caratterizzare il “nettare
dell’oliva” tra i più raffinati in circolazione, tant‘è che 1 ‘antica Famiglia Casertana,
ribadendo l’insostituibile valore della tradizione,produce un Olio dalla
irnparagonabile eccellenza:“LA GOCCIA DEL RE”.
Aristocratica offerta del settore che coniuga sapientemente i vecchi sapori di un
tempo con le più moderne tecnologie esistenti, “LA GOCCIA DEL RE, di certo,
si pone superbamente ai vertici della qualità.